“VoteWatchEurope”, nella top 25, Giovanni La Via si aggiudica il quarto posto

“VoteWatchEurope”, nella top 25, Giovanni La Via si aggiudica il quarto posto

0
SHARE

“VoteWatchEurope” ha appena pubblicato i Top25 dell’EuroParlamento.

 Quarto assoluto, dopo il Presidente dell’Europarlamento Martin Schulz e i due capigruppo di PPE e S&D, è il siciliano Giovanni La Via, Presidente della Commissione ambiente, Sanità pubblica, Sicurezza alimentare.

Il valore e il peso specifico del lavoro svolto in aula, e in sede di commissione, sono le coordinate della valutazione basata su un algoritmo destinato a “calcolare” l’influenza dei MEP a Strasburgo.

Al vaglio, dunque il “curriculum” dei 751 deputati. Il punteggio viene attribuito in base alla carica che ricoprono, al numero dei dossier legislativi gestiti e degli interventi fatti in aula, o alla passata carriera istituzionale. Il “totale”, ha fatto sì che l’esponente del Ncd, e del PPE, salisse in cima alla classifica. Così lo stesso La Via indica le ragioni che oggi lo annoverano tra i deputati più influenti: “I criteri oggettivi utilizzati per stilare la classifica – spiega l’eurodeputato – rendono particolarmente gratificante essere nella Top 25 di VoteWatchEurope. Credo sia determinante il fatto che, in coerenza con il mio mandato e con l’incarico di Presidente di commissione, ma anche con il contributo di tutta la mia delegazione, ho svolto un’attività intensa a difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini, a tutela dei consumatori, per la salvaguardia e valorizzazione delle tipicità agricole dei nostri territori, a supporto del lavoro e della cultura d’impresa. Molte sfide sono state affrontate, tantissime altre ci attendono, e lo faremo con serietà e impegno quotidiano. Siamo qui per vincerle”.

La Via, alla guida di una delle commissioni più numerose del Parlamento europeo, impegnate con tematiche estremamente delicate e sentite dai cittadini,  è l’unico esponente di Ncd a sedere al PE: particolare che rende ancora più significativo il quarto posto attribuito da VoteWatchEurope, e contribuisce a definire il quadro dei “potenti”: in poleposition la Germania, con 20 deputati tra i 70 più influenti,  seguita a ruota dall’Italia, con 5 deputati, seppure con 4 tra i primi 25.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY