Ue: Bilancio, La Via, difendiamo politiche di investimento e occupazione

Ue: Bilancio, La Via, difendiamo politiche di investimento e occupazione

0
SHARE

Ue: Bilancio, La Via (Pdl/Ppe), difendiamo politiche di investimento e occupazione

Il capo delegazione italiana del Ppe a Bruxelles: Dobbiamo investire in un’idea forte di Europa

Bruxelles, 26 Giu. – “Il pacchetto di compromesso presentato dalla Presidenza irlandese non tiene sufficientemente in considerazione le nostre richieste, pienamente a difesa di una politica di investimento, crescita e occupazione”. E’ il commento di Giovanni La Via, capo delegazione italiana del Ppe all’europarlamento e relatore del bilancio Ue per il 2013, riguardo il “niet” del Parlamento europeo alla proposta del Consiglio sul bilancio pluriennale dell’Ue per il periodo 2014-2020.

“Il Parlamento europeo –prosegue La Via- ha già dimostrato senso di responsabilità non mettendo in discussione le cifre, al ribasso, decise a febbraio dal Consiglio europeo. Ci sono però –sottolinea- delle priorità in termini di uso efficace delle risorse a disposizione e di pagamento delle fatture relative agli impegni e ai programmi del 2013”.

In un primo momento, la settimana scorsa, l’accordo sul bilancio Ue sembrava essere alla portata. Poi, invece, il Parlamento europeo ha chiarito la propria posizione affermando nettamente il proprio rifiuto alla proposta del Consiglio e chiedendo di vedere applicate le proprie richieste sulla flessibilità dell’esercizio finanziario e una sua revisione a medio termine. Domani e venerdì si terrà il Consiglio europeo e il bilancio Ue sarà uno dei temi al centro del dibattito.

“Siamo pronti –aggiunge La Via- a continuare il negoziato qualora ci fossero modifiche della proposta, perché sappiamo bene quali sarebbero le conseguenze negative di un non accordo. Ma la direzione deve essere l’uscita dalla crisi, l’investimento in un’idea forte di Europa”.

La Via ha poi aggiunto che la “politica deve dare l’esempio e noi, come rappresentanti dei cittadini, siamo pronti a difendere i loro interessi e ad accogliere –conclude- tutte le proposte che dovessero arrivare in questa direzione dall’importante vertice di domani e venerdì”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY