PESTICIDI: TRASPARENZA E FINANZIAMENTI PER GARANTIRE LA SALUTE PUBBLICA

PESTICIDI: TRASPARENZA E FINANZIAMENTI PER GARANTIRE LA SALUTE PUBBLICA

0
SHARE

Approda in plenaria la relazione sulla proposta per migliorare la procedura Ue di autorizzazione dei pesticidi. Il testo, messo a punto dalla commissione speciale del Parlamento, è il risultato della necessità di fare chiarezza su un tema estremamente delicato, oggetto di diverse interpretazioni e possibili conseguenze sulla salute dei cittadini. A tenere banco, negli ultimi tempi, il glifosato, con il seguito di polemiche scaturite dalla proroga per il suo utilizzo. “Con il voto di oggi in plenaria- commenta l’eurodeputato Giovanni La Via (FI/PPE) – abbiamo fornito risposte concrete ai cittadini che avevano perso la fiducia nelle procedure europee e che si aspettano cibo sano e sicuro. Abbiamo fissato dei paletti, definendo con criteri più rigorosi l’ambito entro cui l’Europa può autorizzare l’utilizzo dei pesticidi, sottraendolo il più possibile a pareri e interessi di parte, e a possibili conflitti di interesse nei panel scientifici dell’EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare); Abbiamo aggiunto quanta più trasparenza possibile nel funzionamento di un meccanismo talvolta opaco – aggiunge La Via – e su cui, almeno dal punto di vista scientifico, bisogna fare di più, approfondendo il possibile nesso con l’insorgere di tumori e altre malattie”. Ecco alcune delle misure ritenute indispensabili: la registrazione di tutti gli studi regolamentari da eseguire, in un registro pubblico; la destinazione di risorse finanziarie sufficienti alla valutazione delle sostanze attive, e la promozione di un dibattito più ampio che coinvolga i diversi livelli sociali, insieme alla necessita di un’applicazione equilibrata del principio di precauzione. “Continueremo a lavorare instancabilmente – dice La Via – per aumentare la trasparenza, creare fiducia e migliorare la sostenibilità del nostro sistema di sicurezza alimentare, ma oggi abbiamo inviato a Commissione e Consiglio un messaggio forte e chiaro”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY