Pesca: La Via, bene per Sicilia intesa Parlamento-Consiglio Ue

Pesca: La Via, bene per Sicilia intesa Parlamento-Consiglio Ue

0
SHARE

”Finalm

ente un segnale positivo per il Mediterraneo occidentale e per i nostri pescatori, in particolare quelli che praticano la pesca su piccola scala. Un buon risultato per il settore in Sicilia”. Lo afferma l’eurodeputato Giovanni La Via (Fi/Ppe) commentando l’accordo raggiunto a Bruxelles, in sede di trilogo, tra i negoziatori del Parlamento, del Consiglio e i rappresentanti della Commissione europea sul piano pluriennale della pesca per il Mediterraneo occidentale, relativo alla gestione degli stock di nasello, triglia, gamberetti rosa, scampi, gamberetti blu e rossi e gamberi rossi giganti, che vivono sul fondo marino (la pesca demersale). Intesa ora dovra’ ricevere l’imprimatur dell’Assemblea europea e del Consiglio dei ministri Ue.

Uno dei nodi principali del dossier riguardava l’introduzione delle quote pesca nel Mediterraneo su alcune specie demersali, (ad esempio nasello, sgombro, spigola e scampi), e la soluzione trovata stabilisce un punto di incontro tra il settore della pesca e gli ambientalisti. Infatti – spiega la Via – ”alla gestione delle catture attraverso le quote si preferiscono sistemi di gestione dello sforzo di pesca basati sul numero di giorni in mare, sulla riduzione della capacità di pesca o su periodi di fermo. In relazione allo sforzo di pesca e’ stata stabilita una riduzione massima del 10% nel primo anno e al massimo del 40% in 5 anni”.

Un passaggio prioritario del compromesso – sottolinea l’eurodeputato Fi – ”riguarda la protezione degli habitat sensibili, la sostenibilità sociale della piccola pesca, la tutela delle specie di maggior interesse biologico e commerciale, accanto alla sopravvivenza delle migliaia di imprese coinvolte”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY