Pac: La Via (Pdl/Ppe), salvati agricoltori italiani dal taglio del 4% dei...

Pac: La Via (Pdl/Ppe), salvati agricoltori italiani dal taglio del 4% dei pagamenti

0
SHARE

Pac: La Via (Pdl/Ppe), salvati agricoltori italiani dal taglio del 4% dei pagamenti

Il relatore della Pac, chiesta soglia di 5mila euro, ma già così ‘salvi’ 900mila agricoltori

Bruxelles, 14 Ott. – “In seguito alla battaglia condotta in Parlamento, siamo riusciti ad evitare che il taglio del 4% dei pagamenti diretti per gli agricoltori, deciso dalla Commissione europea, potesse essere lineare e quindi colpire indistintamente tutti i beneficiari. I piccoli agricoltori, soprattutto italiani, non subiranno il taglio del 4%”. Così Giovanni La Via, capo delegazione italiana del Ppe al Parlamento europeo e relatore della Politica Agricola Comune, commmenta la notizia con cui la Commissione europea ha annunciato il taglio del 4% sui pagamenti che versa agli agricoltori.

Il taglio, spiega la Commissione, è realizzato per recuperare 1,47 miliardi di euro che mancano al bilancio 2014 della Politica Agricola Comune. “I tagli non verranno applicati alle aziende che ricevono meno di 2mila euro di pagamenti diretti –spiega La Via- e questo significa che oltre 900mila produttori italiani saranno esentati dal taglio, si tratta dei due terzi dell’agricoltura italiana nel complesso. Questo dimostra –sottolinea La Via- che le polemiche di questi giorni sull’effetto di questi tagli non hanno, in realtà, tenuto conto della battaglia che abbiamo condotto in Parlamento, con un bilancio comunitario decisamente ridotto, e delle specificità della nostra agricoltura che, essendo perlopiù composta da piccoli e medi imprenditori, risentirà in misura minore del taglio”.

L’eurodeputato siciliano tiene poi a precisare che “la proposta iniziale era quella di tagliare tutti gli aiuti in modo lineare, colpendo allo stesso modo aziende piccole e grandi. Il vantaggio per l’Italia, rispetto alla proposta iniziale della Commissione europea, è stato stimato in 20 milioni di euro per il 2014”.

La Via conclude affermando che “lavoriamo con un bilancio europeo decisamente ristretto nelle disponibilità di spesa ed essere riusciti ad evitare un taglio lineare sui pagamenti diretti lo considero un buon successo per l’agricoltura italiana”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY