Olio tunisino, La Via chiede il rigetto della proposta della commissione europea.

Olio tunisino, La Via chiede il rigetto della proposta della commissione europea.

0
SHARE

La proposta legislativa, presentata a settembre 2015, autorizza un accesso temporaneo supplementare dell’olio d’oliva tunisino nel mercato dell’UE al fine di sostenere la ripresa della Tunisia dall’attuale periodo di difficoltà.
La Commissione INTA del Parlamento europeo si è già espressa bocciando gli emendamenti proposti dalla delegazione italiana del PPE, volti a modificare la proposta della Commissione europea  relativa all’olio tunisino. Adesso la parola passerà alla plenaria che si esprimerà il prossimo 24 Febbraio a Bruxelles. “Siamo tutti d’accordo nel sostenere la Tunisia, vista l’attuale difficoltà che sta vivendo a seguito dei fatti di terrorismo che l’hanno vista protagonista, ma non è questo il modo giusto per farlo, – a dirlo,  è il Presidente della Commissione Ambiente, Sanità e Sicurezza Alimentare del Parlamento europeo Giovanni La Via (AP/PE) – non è pensabile, infatti,  aiutare  la Tunisia sacrificando il comparto olivicolo del Sud Europa e Sud Italia che, peraltro, vive già momenti di estrema difficoltà” . “Nonostante la resistenza dei paesi del Nord Europa, che hanno già manifestato la loro volontà di votare a favore della proposta della Commissione, – conclude La Via, – abbiamo ancora una settimana di tempo per continuare la nostra battaglia in Parlamento affinché questa proposta venga rigettata”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY