I finanziamenti diretti dell’Unione europea per il periodo 2014-2020 – Parte 4

I finanziamenti diretti dell’Unione europea per il periodo 2014-2020 – Parte 4

0
SHARE

Programma Consumatori  2014-2020

Il programma sostituisce il Programma per la protezione dei consumatori e concentra i propri interventi sull’emancipazione dei consumatori lungo gli assi della sicurezza, dell’informazione e dell’educazione, dei diritti e delle possibilità di riparazione e esecuzione.

Gli obiettivi chiave sono quattro:

1)     Promuovere la sicurezza dei prodotti attraverso efficaci misure di sorveglianza del mercato;

2)     Migliorare l’informazione, l’educazione e la sensibilizzazione dei consumatori sui loro diritti;

3)     Consolidare i diritti dei consumatori dare impulso a sistemi efficaci di riparazione, in particolare mediante meccanismi di soluzione delle controversie;

4)     Rafforzare l’attuazione dei diritti nella dimensione transfrontaliera.

 

Azioni:

  • iniziative per il miglioramento della tracciabilità dei prodotti e informazioni sulla pericolosità dei prodotti; azioni per il miglioramento delle politiche dei consumatori, misure correttive del malfunzionamento del mercato e/o cambiamenti dei bisogni dei consumatori;
  • azioni per lo sviluppo delle capacità delle organizzazioni dei consumatori a livello europeo, nazionale e regionale; iniziative volte a fornire ai consumatori informazioni adeguate e confrontabili specie per prodotti e servizi oltrefrontiera; favorire l’educazione ai consumi con particolare attenzione ai gruppi di consumatori a rischio;
  • creare una piattaforma elettronica europea per la soluzione delle controversie oltre al regolamento su meccanismi alternativi per la risoluzione delle controversie; facilitare l’accesso (individuale e/o collettive) ai meccanismi alternativi per la risoluzione delle dispute; monitorare il funzionamento di tali meccanismi alternativi per la soluzione delle controversie;
  • azioni congiunte e accordi di partenariato tra soggetti pubblici e enti non-profit per la creazione di reti europee, al fine di fornire informazioni ed assistenza ai consumatori.

Dotazione finanziaria circa 197 milioni di euro

Link (http://ec.europa.eu/consumers/strategy/programmes_en.htm)

 

Programma per l’ambiente e l’azione per il Clima (LIFE)

 

Il programma è articolato in due sottoprogrammi: Ambiente e Azione per il clima.

Il sottoprogramma “Ambiente” prevede tre settori di azione prioritari: Ambiente ed uso efficiente delle risorse; Biodiversità; Governanza e informazione ambientale.

Il sottoprogramma “Azione per il clima” prevede tre settori di azione prioritari:

Mitigazione dei cambiamenti climatici; Adattamento ai cambiamenti climatici; Governanza e informazione in materia climatica.

life

Il programma LIFE persegue  i seguenti obiettivi generali:

  • contribuire al passaggio a un’economia efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici, contribuire alla protezione e al miglioramento della qualità dell’ambiente e all’interruzione e all’inversione del processo di perdita di biodiversità;
  • migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’Unione, e catalizzare e promuovere l’integrazione degli obiettivi ambientali e climatici nelle altre politiche dell’Unione e nella pratica nel settore pubblico e privato, anche attraverso l’aumento della loro capacità;
  • sostenere maggiormente la governance ambientale e climatica a tutti i livelli;
  • sostenere l’attuazione del Settimo programma d’azione per l’Ambiente Azioni progetti pilota; progetti dimostrativi; progetti di buone pratiche; progetti integrati, principalmente nei settori natura, acqua, rifiuti, aria e mitigazione dei cambiamenti climatici e adattamento ad essi, progetti di assistenza tecnica; progetti preparatori; progetti d’informazione, sensibilizzazione e divulgazione; progetti di sviluppo delle capacità e tutti gli altri progetti necessari al fine di conseguire gli obiettivi del programma.

Il programma LIFE può finanziare altre azioni attuate dalla Commissione a sostegno dell’avvio, dell’attuazione e dell’integrazione delle politiche ambientali e climatiche e della legislazione dell’Unione al fine di conseguire gli obiettivi del programma. Tali azioni possono comprendere:

  • le spese di informazione e comunicazione, comprese le campagne di sensibilizzazione;
  • studi, indagini, modellizzazioni e scenari;
  • preparazione, attuazione, monitoraggio, controllo e valutazione dei progetti, delle politiche, dei programmi e della legislazione;
  • workshop, conferenze e incontri;
  • piattaforme di networking e di buone pratiche;
  • tutte le altre attività necessarie al fine di conseguire gli obiettivi del programma.

Dotazione finanziaria circa 3,618 milioni di euro

Link (http://ec.europa.eu/environment/life/about/beyond2013.htm#proposal)

 

Pericle 2014-2020

Programma di scambi, assistenza e formazione per la protezione dell’EURO contro la contraffazione. Prosegue il precedente programma Pericle e promuove ulteriormente l’impegno dell’UE per lo sviluppo della cooperazione tra gli Stati Membri nel settore della protezione dell’euro e della lotta alla contraffazione e frodi connesse.

L’obiettivo generale del programma è prevenire e combattere la falsificazione e le frodi, migliorando così la competitività dell’economia europea e assicurando la sostenibilità delle finanze pubbliche. L’obiettivo specifico del programma è proteggere le banconote e le monete in euro contro la contraffazione e le relative frodi, sostenendo e integrando le iniziative avviate dagli Stati membri e assistendo le competenti autorità nazionali ed europee nei loro sforzi per sviluppare, tra di loro e con la Commissione europea, una stretta e regolare cooperazione, anche con i paesi terzi e le organizzazioni internazionali.

European union concept

Azioni:

1)     lo scambio d’informazioni, in particolare attraverso l’organizzazione di seminari, riunioni e seminari mirati, tirocini e scambi di personale delle autorità nazionali competenti e altre attività analoghe;

2)     l’assistenza tecnica, scientifica ed operativa, in particolare qualsiasi misura che consenta di costituire a livello europeo strumenti didattici (raccolte della legislazione dell’Unione europea, bollettino d’informazione, manuali pratici, glossari e lessici, basi di dati, in particolare in materia di assistenza scientifica o sorveglianza tecnologica) o applicazioni di sostegno, informatiche (quali software); realizzazione di studi pertinenti aventi un interesse pluridisciplinare e transnazionale; sviluppo di strumenti e metodi di sostegno tecnico all’attività di individuazione a livello dell’Unione europea; assistenza finanziaria per la cooperazione nelle operazioni che coinvolgono almeno due Stati membri quando essa non sia fornita da altri programmi di istituzioni e organismi europei;

3)     sovvenzioni volte a finanziare l’acquisto delle attrezzature che saranno utilizzate da autorità specializzate nella lotta alla contraffazione per la protezione dell’euro contro la falsificazione.

Dotazione finanziaria circa 7,7 milioni di euro

Link (http://ec.europa.eu/anti_fraud/index_en.htm)

Programma per l’Occupazione e l’Innovazione sociale (EaSI)

Il programma per l’occupazione e l’innovazione sociale sostituisce i  programmi: Progress, Eures e Progress di microfinanza.

Insieme al Fondo Sociale Europeo, al Fondo per gli aiuti europei ai più poveri e al Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG), EaSI rappresenta il quarto pilastro dell’iniziativa UE per l’occupazione e l’inclusione sociale 2014-2020.

Il programma mira a fornire sostegno finanziario alla realizzazione degli obiettivi dell’Unione in materia di occupazione, politica sociale e inclusione, per la promozione di un più alto livello di occupazione, miglioramento delle condizioni di lavoro, garantire un’adeguata protezione sociale e lottare contro la povertà e l’esclusione sociale, contribuendo in tal modo all’attuazione della Strategia Europa 2020 in particolare la priorità di “crescita inclusiva”.

Azioni: 3 assi distinti ma complementari:

Asse 1 – Progress: per l’occupazione e la solidarietà sociale;

Asse 2 – Eures: la rete di servizi per l’impiego e la mobilità professionale;

Asse 3 – Microfinanza e imprenditoria sociale: Progress di microfinanza e imprenditoria sociale.

In particolare il programma finanzia le seguenti azioni:

Attività analitiche:

  • raccolta di dati e statistiche, sviluppo di metodologie comuni, classificazioni, indicatori e parametri di confronto;
  • indagini, studi, analisi e rapporti, anche tramite il finanziamento di reti di esperti; • (c) valutazioni e analisi dell’impatto;
  • monitoraggio e valutazione del recepimento e dell’applicazione della legislazione dell’Unione;
  • preparazione e attuazione della sperimentazione sociale come metodo per mettere alla prova e valutare soluzioni innovative in vista della loro applicazione su più ampia scala;
  • diffusione dei risultati di queste attività analitiche.

Attività di apprendimento reciproco, sensibilizzazione e diffusione

  • scambi e diffusione di buone pratiche, approcci ed esperienze innovativi, peer review, benchmarking e apprendimento reciproco a livello europeo;
  • eventi, conferenze e seminari della presidenza del Consiglio;
  • formazione di operatori giuridici e politici e di consulenti EURES;
  • redazione e pubblicazione di guide, rapporti e materiale didattico;
  • attività di informazione e comunicazione;
  • sviluppo e manutenzione di sistemi di informazione finalizzati allo scambio e alla diffusione di informazioni sulla politica e sulla legislazione dell’Unione e sul mercato del lavoro.

Sostegno ai principali attori per quanto riguarda:

  • le spese di funzionamento delle principali reti a livello di Unione le cui attività si riferiscono e contribuiscono agli obiettivi dell’asse “Progress”;
  • sviluppo delle capacità delle amministrazioni nazionali e dei servizi specializzati responsabili della promozione della mobilità geografica designati dagli Stati membri e degli operatori del microcredito;
  • organizzazione di gruppi di lavoro composti da rappresentanti nazionali, incaricati di monitorare l’applicazione del diritto dell’Unione;
  • creazione di reti e cooperazione tra organismi specializzati, autorità nazionali, regionali e locali e servizi per l’impiego a livello europeo;
  • finanziamento di osservatori a livello europeo;
  • scambio di personale tra amministrazioni nazionali.

Azioni dirette a promuovere la mobilità delle persone nell’UE, in particolare lo sviluppo di una piattaforma digitale multilingue per l’intermediazione dell’offerta e della domanda di lavoro, e programmi mirati di mobilità per rispondere all’offerta di lavoro dove sono state individuate carenze del mercato del lavoro e/o per aiutare gruppi specifici di lavoratori, come i giovani. Sostegno alla microfinanza e alle imprese sociali.

Dotazione finanziaria circa 920 milioni di euro

Link (http://ec.europa.eu/social/main.jsp?langId=it&catId=1081)

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY