I finanziamenti diretti dell’Unione europea per il periodo 2014-2020 – Parte 3

I finanziamenti diretti dell’Unione europea per il periodo 2014-2020 – Parte 3

0
SHARE

Cari amici,

proseguiamo il cammino per scoprire le opportunita’ dei finanziamenti europei per i prossimi sette anni con la terza puntata informativa.

Meccanismo per collegare l’Europa

Il “Meccanismo per collegare l’Europa” sostituisce i programmi: TEN-T, TEN-E e Marco Polo 2.

Obiettivi:

Il programma mira a completare il mercato unico europeo delle reti di trasporto, di energia e digitali. Finanzia progetti che completano i collegamenti mancanti delle reti in questione e renderà l’economia europea più verde, grazie all’introduzione di modi di trasporto meno inquinanti, collegamenti a fascia larga ad alta velocità e un uso più esteso delle energie rinnovabili in linea con la strategia Europa 2020. Oltre a ciò, il finanziamento delle reti energetiche renderà più integrato il mercato interno dell’energia, riducendo la dipendenza energetica dell’UE e rafforzando la sicurezza degli approvvigionamenti. Per facilitare il finanziamento del meccanismo, il Parlamento europeo da anni spinge per l’iniziativa dei Project Bond, (prestiti obbligazionari per il finanziamento di progetti), per i quali la Commissione ha appena concluso una fase pilota di sperimentazione.

Azioni: Sono previsti i seguenti sottoprogrammi:

  • Trasporti;
  • Energia;
  • Telecomunicazioni e TIC;
  • Finanziamenti innovativi e Project Bond

Dotazione finanziaria circa 33 miliardi di euro

Link (http://ec.europa.eu/energy/mff/facility/connecting_europe_en.htm)

Giustizia

Il Programma Giustizia sostituisce tre programmi attuali: Giustizia Penale;  Giustizia Civile; Prevenzione e informazione in materia di droga.

Obiettivi:

Sostiene l’impegno per la costruzione di un efficace spazio europeo di giustizia, concentrandosi su attività caratterizzate da un maggior valore aggiunto a livello di Unione. Fornisce sostegno all’applicazione efficace della normativa UE nei settori della:

  • cooperazione giudiziaria in materia civile e penale,
  • contrasto al traffico di droga e altri illeciti connessi alla droga.

Il Programma contribuisce a garantire un adeguato accesso alla giustizia in Europa, sia per i cittadini che per le imprese nei contenziosi transfrontalieri.

Le azioni del programma saranno concentrate nei seguenti settori di azione:

  • aumento della consapevolezza pubblica e della conoscenza del diritto e politiche dell’Unione europea;
  • sostegno all’attuazione del diritto e politiche europee negli Stati Membri
  • promozione della cooperazione transnazionale e costruzione della conoscenza e fiducia comune;
  • miglioramento della conoscenza e dei temi potenziali che incidono sul funzionamento dell’area di giustizia europea nell’ottica di assicurare un processo politico chiaro e l’attuazione della legislazione.

Dotazione finanziaria circa 416 milioni di euro

Link (http://ec.europa.eu/justice/newsroom/news/20111115_en.htm)

Fiscalis 2020

Il programma sostituisce Fiscalis 2013.

L’obiettivo specifico del programma consiste nel migliorare il funzionamento dei regimi fiscali, in particolare tramite la cooperazione fra i paesi partecipanti, le rispettive autorità fiscali, i loro funzionari ed esperti esterni. Il conseguimento di tali obiettivi è valutato sulla base degli indicatori seguenti: la disponibilità della rete comune di comunicazione per i sistemi d’informazione europei; le reazioni dei partecipanti alle azioni del programma e degli utenti del programma.

Le priorità del programma sono le seguenti:

  • sostenere la preparazione, l’applicazione coerente e l’attuazione efficace della politica fiscale dell’Unione;
  • combattere la frode, l’evasione e l’elusione fiscali, in particolare rafforzando la cooperazione amministrativa e lo scambio d’informazioni in modo efficiente ed efficace;
  • contribuire a ridurre l’onere amministrativo degli uffici erariali e i costi di adeguamento alle normative a carico dei contribuenti;
  • contribuire ad un’amministrazione fiscale efficiente, in particolare per quanto riguarda l’osservanza delle norme tributarie e la capacità delle amministrazioni fiscali;
  • rafforzare la coerenza nell’applicare e attuare la politica fiscale dell’Unione;
  • potenziare la cooperazione con le organizzazioni internazionali, altre autorità governative, paesi terzi, operatori economici e relative organizzazioni al fine di combattere la frode fiscale, l’evasione e l’elusione.

fiscalis

Il programma finanzia i seguenti tipi di azione:

  • azioni congiunte;
  • sviluppo di capacità informatiche: sviluppo, manutenzione, funzionamento e controllo della qualità di componenti unionali dei sistemi d’informazione europei e dei nuovi sistemi d’informazione europei istituiti a noma della legislazione dell’Unione;
  • sviluppo di competenze umane: azioni di formazione comuni per sostenere le competenze professionali e le conoscenze necessarie in materia fiscale.

La dotazione finanziaria complessiva è di circa 223 milioni di euro.

Link http://ec.europa.eu/taxation_customs/taxation/tax_cooperation/fiscalis_programme/fiscus/in dex_en.htm)

Hercule III

“Hercule III” sostituisce il programma “Hercule II”.

Obiettivi:

L’obiettivo generale del programma consiste nel tutelare gli interessi finanziari dell’Unione, migliorando in tal modo la competitività dell’economia europea e garantendo la protezione del denaro dei contribuenti. L’obiettivo specifico del programma consiste nel prevenire e contrastare la frode, la corruzione e ogni altra attività illecita lesiva degli interessi finanziari dell’Unione. Questo obiettivo sarà misurato, fra l’altro, sulla base degli importi recuperati a seguito dell’individuazione di frodi nel corso delle azioni comuni e delle attività transfrontaliere, del maggior numero di operazioni congiunte riuscite e del maggior numero di casi accolti dalle autorità investigative incaricate delle indagini penali.

Safe Deposit

Il programma dispone un sostegno finanziario per le seguenti azioni:

  • Assistenza tecnica specializzata alle autorità nazionali;
  • Organizzazione di formazione specializzata e seminari di formazione sull’analisi dei rischi e conferenze al fine di: promuovere una migliore comprensione dei meccanismi dell’Unione e nazionali; realizzare scambi di esperienze tra le autorità competenti degli Stati membri e i paesi terzi, nonché fra i rappresentanti di organizzazioni internazionali, inclusi i servizi di contrasto specializzati; coordinare le attività degli Stati membri, dei paesi terzi e di organizzazioni pubbliche internazionali; divulgare le conoscenze, in particolare sulle migliori modalità di individuazione del rischio a scopo investigativo; sviluppare attività di ricerca emblematiche, compresi gli studi; migliorare la cooperazione fra gli esperti sul campo e i teorici; sensibilizzare ulteriormente i giudici, i magistrati e altri professionisti del settore legale alla tutela degli interessi finanziari dell’Unione;
  • Qualsivoglia altra azione prevista dai programmi di lavoro annuali necessaria al conseguimento degli obiettivi generali e specifici del programma.

Dotazione finanziaria circa 110 milioni di euro

Link (http://ec.europa.eu/anti_fraud/about-us/funding/index_en.htm)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY